Cosa significa “Ghostwriting” e perché dovresti averne uno

Quante volte vi siete detti «se solo avessi tempo per scrivere» oppure «se solo qualcuno mi aiutasse a mettere giù le idee per un racconto»; spesso il lavoro ci porta via molto tempo e molte energie ma allo stesso tempo è proprio “vivendo” che ci vengono le idee migliori per scrivere.

Come uscire da questo circolo vizioso? Vorrei e potrei scrivere (perché ho l’idea) ma non ho tempo?

Si può. Ci serve un ghostwriter ossia uno scrittore ombra che si dedica a noi  e al nostro progetto.

Il ghostwriter è un professionista che, spesso, accanto all’attività di ghost coltiva la propria arte e pubblica i propri libri.

«E se il ghostwriter s’innamora della mia storia e me la ruba?» Più facile a dirsi che a farsi. all’inizio di ogni rapporto di collaborazione infatti il ghostwriter sottoscrive un contratto con validità legale con il quale si impegna a rinunciare alla proprietà intellettuale dell’opera e a rinunciare a tutti i diritti commerciali da essa derivanti in cambio di un compenso.

in questo modo, rivendicando la paternità dell’opera commetterebbe un reato penale.

« Se mi affido ad un ghostwriter ho la sicurezza di pubblicare l’opera?» Purtroppo no. Nessuno scrittore ha la certezza che la sua opera verrà pubblicata da un editore ma, è certo, che un testo scritto bene e con una trama funzionante, ha più possibilità di un testo pieno di errori e mal strutturato.

«Come posso fidarmi di uno dei vostri ghostwriter?» Noi de La bottega dello scrittore, forniamo un racconto di una pagina su un argomento fornito da voi, come prova della nostra scrittura.

Per richiedere più informazioni o richiedere la vostra prova gratuita potete scrivere a labottegadelloscrittore@gmail.com

Buona scrittura