Pandemia? Stiamo in casa a scrivere

Ormai dall’inizio del 2020 il mondo è sotto lo scacco di questo nuovo virus che facendosi strada dal mercato del pesce di Wuan ha viaggiato come ospite indesiderato in tutto il mondo, dando vita a una pandemia, vale a dire un’epidemia globale.

Come sempre succede la cosa non è sembrata reale finchè non ci ha toccato da vicino arrivando in Italia. In questo momento, l’Italia è il secondo paese con il maggior numero di contagi dopo l’epicentro cinese. Il governo a partire dal 5 marzo ha chiuso le scuole di ogni ordine e grado e limitato di molto la circolazione delle persone, sono chiuse le palestre e le piscine al fine di arginare il contagio. Ma non sono qui a farvi la cronaca di ciò che sta accadendo.

Nel dramma da privazione della libertà che si sta verificando e nella paura del contagio diffusa quasi a psicosi noi “scrittori” possiamo fare qualcosa di veramente speciale.

Scrivere un racconto sul tema della pandemia.

Non deve per forza riguardare questa pandemia e non deve per forza essere realistico. Date sfogo alla fantasia. Tutto è lecito, l’importante è che il tema sia rispettato.

Quando avrete prodotto un testo soddisfacente (vi prego rileggete bene quello che scrivete) e avrete raggiunto un minimo di 400 parole o un massimo di 600 potete mandarlo a labottegadelloscrittore@gmail.com

I migliori racconti, a nostro insindacabile giudizio saranno pubblicati su questo sito.

Fate del vostro meglio, sfruttiamo le nostre emozioni per produrre un bel testo e esorcizzare le nostre paure.

Buona scrittura