All you can read!

Ogni volta che partecipo ad una presentazione di libro mi sento una nullità perchè incontro persone che leggono molto più di me! Lo confesso: io sono lenta e inoltre non mi piace correre quindi quando inizio un libro spesso ci metto un mese a leggerlo. Me lo gusto, rileggo le frasi, se esistesse questa definizione io sarei sicuramente una lettrice à la carte. Da degustazione. Invece la tendenza è un’altra, la bulimia di libri o l’anoressia totale, senza una via di mezzo. La metà dei miei amici legge almeno un libro a settimana e l’altra metà non ricorda l’ultimo libro che ha letto, forse stava al liceo ma non ci sono certezza. Il mercato editoriale è in crisi, come tutto, da quando io ho memoria e quindi non fa testo. Sono sicura, comunque che gradirebbe un pubblico di lettori insaziabili, ancor meglio un pubblico di instancabili compratori di libri.

Ho sempre pensato che stabilendo a quale categoria di lettori appartenere, di conseguenza si potesse stabilire che tipo di scrittore essere ma ora non ne sono più tanto sicura. L’unica cosa che credo ancora è che leggere sia indispensabile per scrivere, per stimolare la propria immaginazione e migliorare lo stile ma quanto leggere per far tutto ciò rimane un mistero.

Di certo, snocciolare una serie infinita di titoli alle feste può essere d’aiuto per fare conquiste, anche se è il pubblico femminile quello maggiormente impressionabile da questo tipo di record.

Lo scontro rimane aperto, e voi? che tipo di lettori siete?