Le chiavi di accesso alla storia

La trama di un romanzo è l’intreccio delle vicende narrate in un libro o in un film riassumibile in poche frasi. É molto importante conoscere la trama del romanzo che stiamo scrivendo. Sembra molto stupido ma non è così, molti di noi iniziano a scrivere senza sapere nel dettaglio cosa succederà nella storia. La storia quando funziona può essere riassunta in un’unica frase, detta logline. Non c’è una traduzione precisa in italiano, si potrebbe dire linea chiave della storia. Pensate   Le logline  come fossero sottili corde su cui praticare dei nodi equidistanti da avvolgere su un rocchetto. questa che vi ho appena descritto è la definizione nautica del termine Logline.  I marinai le srotolavano per misurare la velocità delle navi contando quanti nodi passavano per le loro mani in unʼora. Ecco il perché della velocità dei mezzi nautici espressa in nodi. E in fondo noi scrittori abbiamo molto in comune con i marinai o forse con naufraghi. Siamo persone che scelgono di imbarcarsi sulle navi delle storie, a volte in maniera piratesca per farle proprie.

Come ogni buon marinaio e capitano di mare che non può navigare a vista e se lo fa non può allontanarsi dalla costa (ed è un bel po’ limitante), nessuno scrittore può esimersi dall’avere la sua buona carta nautica per solcare il mare della narrazione. La bussola o il sestante è la logline.

C’è chi mi ricorda che Cristoforo Colombo attraversò l’oceano Atlantico con tre Caravelle, piccole navi con nessuna tecnologia per arrivare indenni dall’altra parte del mondo…

Sì, lui era Cristobal Colon e sapete con che fa rima?