Le leve del tempo

download (6)

Chi non ha mai pensato quanto potrebbe essere bello gestire il tempo in avanti e indietro grazie ad una avveniristica macchina del tempo smetta ora di leggere questo articolo.

Ogni scrittore è insieme demiurgo, inventore e megalomane altrimenti terrebbe per sé i suoi artifici e le sue storie e farebbe un lavoro d’ufficio qualunque. In genere si scrive per inventare nuovi mondi, fare e far fare a terzi cose che nella realtà non si possono fare.

Una di queste cose è saltare avanti e indietro sulla linea temporale. Purtroppo noi umani viviamo a livello conscio e corporeo solo in maniera cronologica e in un assurdo ed eterno presente. Il passato e il futuro sono fruibili solo nei ricordi e nell’immaginazione.

Il bello di scrivere è che possiamo muoverci all’interno del tempo della narrazione in maniera disinvolta. Come?

Con due super-poteri che chiamerò le leve del tempo:

analessi o per gli amici anglofoni flash-back

prolessi meglio conosciuta come flash-Forward

Con la prima leva si fa fare alla storia un balzo nel passato, così da approfondire un aspetto o chiarire un dubbio

es. Lui ha tradito il suo miglior amico? Flash-back : Sì, lo ha tradito perché é caduto nella trappola di un nemico ma era in buona fede

Con la seconda leva si fa un balzo nel futuro

es. Nel naufragio la protagonista muore? Flash-Forward: No, la vediamo trent’anni dopo insieme ai suoi nipoti

Questi super-poteri servono a saltare noiose descrizioni o quelli che nel gergo correntemente parlato si dicono “spiegoni”, rendono la narrazione più movimentata e contribuiscono a sciogliere i nodi della trama e a far luce sui punti oscuri della vicenda.

Buona scrittura