Stimolare la produzione di idee

download (1)

Trovare “l’idea che funziona” per un racconto è la cosa più difficile da fare. A renderla ancora più difficile é il fatto che probabilmente é l’unica cosa davvero necessaria per iniziare a scrivere. Infatti possiamo parlare all’infinito di “urgenza” e di “ispirazione” senza scrivere nulla di sensato in mancanza di un’idea valida.

In realtà non esistono idee buone e idee cattive, come invece ci suggerisce il senso comune ma esistono solo idee che funzionano in un racconto e idee che non fanno ossia idee statiche e idee dinamiche.

Un esempio rapido: l’idea di bellezza è buona in sé ma non porta a nulla perché così com’è, é statica e non origina nessun movimento narrativo. Potremo riflettere ore sull’idea di bellezza senza scrivere assolutamente niente.

Invece un’idea è dinamica quando immediatamente funge da sorgente di un movimento narrativo. Non ci interessa se é buona o é cattiva perchè funziona,  dà comunque vita ad una storia, ci dona l’occasione di scrivere.

Certo, se un’idea dinamica è brutta, darà origine ad una brutta storia ma questo è un rischio che dovete correre.

Come fare a stimolare la produzione di idee funzionali? Il segreto è l’allenamento. Spesso le persone che vengono alla Bottega per iniziare a scrivere hanno comunque un lavoro e una vita a cui rendere conto e manifestano spesso la mancanza di tempo per scrivere.

Questo è un esercizio che si può fare tranquillamente senza appuntarsi nemmeno una parola. Provate ad immaginare che lavoro fa la persona che siede di fianco a voi in metropolitana, oppure cercate di indovinare che tipo di relazione c’è fra un vicino di casa e il portiere del vostro palazzo, quali segreti cela il cassiere del supermercato dove fate la spesa. Potete fare questo gioco dappertutto e condividerlo con le persone che vi stanno attorno.

Quante volte un aspirante scrittore mi ha confidato che non riesce a scrivere perchè dopo il lavoro e la solita routine di impegni vorrebbe stare con i figli? Questo è un esercizio che potete tranquillamente fare con i vostri figli.

Non so se troverete mai un’idea per cui valga la pena di scrivere un romanzo ma per lo meno avrete fatto crescere un pochino la vostra capacità immaginativa e vi sarete divertiti.

Buona scrittura.