Quinto racconto giveaway in rosa

Finalmente un uomo! Dulcis in fundo il racconto di Maurizio Pirrera.  Preparatevi all’estrazione!!!

 

LA GIOIA DI DUE CUORI CHE SI INCONTRANO E SI INNAMORANO……

ARRIVO DI ANTONIO E CONOSCENZA DI LUCIA

Dopo un lungo viaggio Antonio è tornato a casa di sua madre e viene ad aprirgli alla porta una graziosa e sorridente  ragazza, mai vista prima.

Dall’aspetto è sicuramente più giovane di lui; il suo sguardo solare e i suoi capelli biondi lunghi e  sciolti attraggono Antonioe di fronte ad una persona semplice e naturale si sente sin dall’inizio a suo agio.

Con un abbraccio forte e intenso Lucia gli esprime tutto il suo affetto e tutta la sua vicinanza al dolore e alla sofferenza.

L’abbraccio ha l’effetto di tranquillizzare Antonio sconvolto dalla perdita importante di suo padre.

Aprendogli  il cuore non riesce a trattenere le lacrime. Si sente conquistato dall’affetto e dal suo cuore pieno di compassione.

Con un semplice gesto di affetto è riuscita a conquistarsi il cuore di Antonio.

Lucia comprende l’intensità del suo dolore e lo stringe a sé di nuovo facendo sentire di più la sua presenza.

E lo conduce in cucina dove si trova la madre.

Lucia aveva riconosciuto in quel giovane il figlio  diligente della signora Clara tanto atteso grazie alla somiglianza dei suoi tratti somatici con la madre.

Antonio si sente disperato rimasto senza la guida del padre.

Vede sua madre rannicchiata su una sedia accanto al tavolo, immobile sconvolta dal dolore e la sua presenza l’aiutaa riprendersi e a essere più viva.

Gli va incontro e lo abbraccia calorosamente e il figlio percepisce la sua  gioia nel rivederlo. Si sente di nuovo sicura dopo l’improvvisa scomparsa del marito.

Il dolore l’ha resa da diversi giorni indifferente e ansiosa ora riesce a essere più reattiva. Si mette a piangere ma è come uno sfogo, una liberazione.

E’ riconoscente nei confronti del figlio di essere venuto nonostante i suoi molteplici impegni lo trattengono all’estero.Antonio non era potuto venire il giorno del funerale di suo padre per motivi di lavoro e ciò aveva provocato in lui un forte senso di colpa. Era impegnato con i suoi colleghi musicisti-concertisti:solo ora aveva ricevuto il permesso di andare da sua madre.

La madre lo ringrazia con tutto il cuore lieta della presenza del figlio ritrovato.

Gli presenta Lucia con tono pieno di ammirazione rivolgendosi al figlio dice:

“E’ una brava ragazza; si è dimostrata così amorevole e comprensiva di fronte al mio disagio; viene spesso a casa in questi giorni:impegnando parte del suo tempo libero.”

Sono diventate amiche nonostante la diversa età e mentalità.

Lucia apprezzain Clara la sua pazienza, la forza di volontà e la saggezza di una grande madre. Per lei è una persona saggia:

“Signora Clara molti giovani hanno bisogno dei suoi consigli….sonoesempi validi…….  La sua saggezza purtroppo sta scomparendo e i giovani sono troppo ingenui.”

Risponde Clara contenta della presenza di suo figlio e di Lucia:

“ Ma tu Lucia, sei una persona straordinaria… sei riuscita a laurearti in Economia e commercio in soli tre anni sei un esempio per tutti quanti e molte aziende valutando il tuo  curriculum ti hanno aperto tutte le porte facendoti inserire  alla grande nel campo dell’informatica”

Fa capire al figlio che la conosce bene ed è un’amica fidata….

Contenta e soddisfatta la madre percepisce che tra i due giovani è sbocciata una grande amicizia…… pensa tra sé “chi sa, forse sarà la donna giusta per suo figlio.”

Immersa in questi pensieri rilassanti Clara decide di ritirarsi nella sua camera da letto e lasciare i giovani da soli in cucina.

A letto la madre stanca ma rincuorata sprofonda in un tranquillo sonno.

Da soli Lucia e Antonio si guardano negli occhi così intensamente e scoprono di avere molte affinità.

Si abbracciano intensamente, i loro corpi si uniscono creando nell’ambiente una grande vibrazione di gioia.

Sono due anime che si sono ritrovate dopo un burrascoso vagabondare incerto e pericoloso.

E’ il potere dell’attrazione che agisce su di loro e tutto il resto sembra cadere in un profondo oblio, sia le tensioni e le amarezze di Lucia che le preoccupazioni di Antonio.

E’notte fonda; per Lucia è arrivato il momento di separarsi con tristezza dal suo caro amico. Il suo cuore è vibrante di gioia e desidera rimanere….ma non può, è consapevole se ritarda troppo i suoi genitori si possono allarmare per la sua ingiustificata assenza.

Lucia a casa si sente sollevata dalle ansie e delusioni accumulate negli anni a causa del comportamento conflittuale con il suo compagno. E’ ritornata ad accendersi in lei la luce come quando da adolescente si era innamorata di Max.

Antonio rimasto da solo, si avvia nella sua camera da letto, non riesce a prendere sonno sia per la stanchezza del viaggio, sia per l’improvvisa perdita di suo padre.

A ciò si aggiunge la convulsa agitazione del suo cuore improvvisamente innamorato.

Lui che è stato sempre una persona razionale, analitica,riuscendo pure a laurearsi con entusiasmo in fisicacon ottimi voti adesso si sente invischiato in un vortice di passioni.

Questa gioia incontenibile del suo cuore si diffondenella sua stanza coinvolgendo tutti gli oggetti della sua camera da letto rimasti per molto tempo trascurati ed inermi.

E in questo oceano di gioia veniva piano piano ad addormentarsi.

Il castello

Le abitazioni di Lucia e Antonio si trovavano all’interno delle mura di cinta del castello medievale.

Il castello si erge come un faro su tutte le altre abitazioni, immerse nel verde e nella tranquillità della campagna agreste romana.

Nel passato si erano insediate molte famiglie provenienti dalle zone dell’Agropontino, del sud Italia e in particolare del Veneto, avevano ricevuto dal ricco proprietario la concessione di queste abitazioni e in cambio o pagavano un affitto o si impegnavano in lavori richiesti all’interno del castello.

Con gli anni erano riusciti a guadagnarsi un discreto benessere economico ed erano riusciti in parte a riscattare le abitazioni o ad andare ad abitare altrove.

Nonostante i repentini cambiamenti sociali ed economici il castello aveva conservato una posizione centrale di prestigio sia di attrazione turistica che culturale; era un posto richiesto dagli operatori di cinema per girare scene di diversi film o documentari.

Il proprietario era un ricco nobile sposato con una importante nobildonna francese: nel comprensorio il ricordo della moglie era svanito perché dopo diversi anni avevano divorziato. Aveva voluto far ritorno in Francia e il figlio Andrea che era nato e cresciuto a Roma trascorreva solo brevi periodi di vacanza in Francia insieme alla madre.

Quasi adolescente Andrea si era appassionato di musica e aveva incominciato a prendere lezioni per imparare la batteria  ma solo per un breve periodo non riuscendosi ad appassionare più di tanto.

Aveva trovato più coinvolgente la vela fino a diventare un esperto skipper e usciva spesso in gita con gli amici.

Aveva invitato spesso Lucia a fare qualche escursione in barca con i suoi amici, ma quando c’era Maxmolti amici velieri, suoi compagni di avventura, non apprezzavano la presenza irritante di Max.

Da adolescente si era innamorato di Lucia, e molti ragazzi della sua età erano attirati dal fascino di questa graziosa ragazza.

Lucia apprezzava di più conoscere la psicologia delle persone più che gli aspetti appariscenti. Forse proprio questo suo aspetto, la rendeva più attraente e interessante delle sue amichette.

Il suo abbigliamento era semplice, disgustava le minigonne e i tacchi alti e non si sentiva a suo agio seguire la moda.

Si era attirata l’attenzione di Andrea e di Max diventati due rivali in amore.

Andrea era disponibile a farla entrare nel suo sontuoso castello, a mettersi ai suoi piedi e a fare follie pur di conquistare il suo cuore.

Lucia apprezzava la sua disponibilità e lo considerava solo un buon amico perché il suo cuore si era legato per sempre a Max.

Max l’aveva corteggiata, desiderandola ardentemente.

Sin da adolescente Max era un tipo estroso, intelligente ,atletico e molto comunicativo con le persone e tutte queste sue qualità lo rendevano superiore agli altri.

Si era innamorato di Lucia e la sua ostinazione era così forte da arrivare a colpire con le sue freccie il cuore della sua amata.

Nei primi anni erano una coppia felice………………………ma negli anni tale ardore andrà ad affievolirsi

10083-due-cuori-un-camperANTONIO CONOSCE ANDREA

 

Incuriosito di conoscere la realtà del centro culturale all’interno del castello, Antonio si presenta sul posto e si trova nella sala bar dove vengono accolti gli ospiti. Nessuno conosce Antonio ma la sua presenza viene accolta con entusiasmo sia da Andrea che dai giovani musicisti in cerca di nuovi stimoli.

Andrea è disponibile e cordiale con tutti c’è un gruppo di giovani che si stanno esibendo nella sala prova e Antonio li ascolta incuriosito interessato.

Antonio si avvicina al gruppo nella sala prova viene contagiato dal loro entusiasmo attirando il pubblico

Ascoltando la loro musica Antonio si rende conto che hanno un grande entusiasmo e sono molto affiatati.

Suonano per puro istinto dando libero sfogo al loro estro musicale e con la loro grinta e vigore riescono a trattenere il pubblico.

Mario che è il chitarrista del gruppo, invita Antonio a suonare insieme a loro e gli porge la chitarra: avendo in mano una chitarra elettrica dà una dimostrazione del suo virtuosismo musicale suonando brani dei deep-purle molto difficili con una tale naturalezza da lasciare sbalorditi tutti i giovani componenti del gruppo.

I giovani musicisti sono entusiasti e vorrebbero più spesso invitarlo a partecipare alle loro audizioni. Antonio si ripromette di farsi vedere.

Mario ne parla con entusiasmo ad Andrea e gli offre un analcolico al bar insieme ai suoi amici. E’ contento Andrea di conoscere Antonio e gli propone di insegnare qui al Centro un corso di musica e di chitarra rivolto a tutti quanti.

Per Antonio è una proposta allettantema i suoi impegni lo portano a spostarsi continuamente in Europa e non potrà assicurare una certa continuità di insegnamento.

Antonio gli propone invece di organizzare degli stages di musica

di una settimana per coinvolgere più persone e dargli delle direttive per continuare quando lui è assente.

Sarebbe per lui un modo sia per vedere più spesso sua madree  sia di continuare a frequentare Lucia.

Andrea gli propone qualcosa di divertente insegnare ai giovani la musica popolare che sta per scomparire in Italia ma è molto apprezzata all’estero. Potrebbe essere una grande occasione per i giovani di diffondere la musica popolare all’estero.

Andrea riconosce in Antonio una genialità non solo come musicista ma come promotore di nuove e alletantiiniziative. D’accordo di organizzare questi stages nel suo centro culturale,si stringono la mano entusiasti di essersi conosciuti e Antonio lasciato il bar fa ritorno a casa.

 

Sul tardo pomeriggio era passata al centro Lucia pensando di incontrare Max .

Andrea le aveva parlato con grande entusiasmo di Antonio e della sua disponibilità di fare degli stages di musica popolare erauna buona occasione per i giovani di andare all’estero e diffondere il patrimonio musicale popolare italiano.

Contenta Lucia di questa novità e ancora di più essendo proposta da una persona del talento di Antonio e in tono allegro e invitante fa sapere ad Andrea che sarà la prima ad iscriversi e a incominciare con grande entusiasmo.

Pensando che sarebbe stato meraviglioso andare a vivere insieme ad Antonio e fuggire da questo suo mondo diventato così tedioso e insopportabile.

 

 

LITIGIO ANDREA MASSIMILIANO

Di sera tutte le sale del centro culturale erano affollate di giovani  venuti lì per divertirsi ascoltando musica rock e per mangiare deliziose pietanze.

Attratti dalla musica e dal teatro il centro era anche un’occasione per incontrarsi e conoscersi. Si creavano amicizie, amori e a volte la situazione degenerava e c’erano litigi provocati da quei  soggettipiù scalmanati.

Spesso questi ragazzi venivano allontanati da Andrea considerati asociali.

Max era passato al centro insieme al suo gruppo di amici trasandati e stava cercando qualcuno per farsi offrire una birra o  un alcolico.

Ultimamente era diventato troppo insistente e molti giovani lo evitavano

Andrea stava dietro il bancone impegnato a servire i clienti quando si avvicina Max per chiedergli come al solito E30.

“Andrea mi puoi prestare E.30 perché sono rimasto senza soldi…..” in modo gentile

Andrea colto di sorpresa, stufo delle sue continue richieste di soldi :

“ adesso non posso…..lo vedi sono impegnato…non ho molti soldi in cassa ora!..”

Maxinsiste : “ sono  senza soldi…..te li restituisco……… non so  a chi chiederlo!…..non li posso chiedere sempre a Lucia…..;

Maxè convinto che insistendo riuscirà a farsi dare i soldi da Andrea.

Diversamente da altre volte Andrea lo manda a quel paese, è irremovibile e risoluto a non dargli niente.

“sentiMax mi sono stufato di darti i soldi …… non mi fai paura…..io lavoro tutto il giorno e non puoi chiedere , chiedere continuamente …. “

Max meravigliato della reazione convinta di Andrea rimane perplesso…….

Andrea continua….“sei insopportabile per tutti quanti……e non ti far vedere più qui al centro!.”

In un momento di rabbia Andrea sta riversando su Max tutto il rancore accumulato negli anni .

Scosso dal suo inaspettato comportamento,Max prende un bicchiere sul bancone e glielo lancia contro in segno di sfida sfogando tutto il suo rancore. Colpisce la parete posteriore mandando in frantumi il prezioso bicchiere.

Non soddisfatto Max prende la zuccheriera sul bancone e la fa cadere di proposito a terra creando uno scompiglio nella sala  affollata.  Si allontana dal bar insieme ai suoi fedelissimi e torna a galvanizzarsi di nuovo non sapendoancora  cometrovare i soldi.

Lasciati i suoi amici, pensa che Lucia possa aiutarlo. Per lui Lucia oltre ad essere la sua compagna è un’amica e una sorella. Era stata molto accomodante con lui e ogni volta che le chiedeva i soldi lo accontentava. Non aveva la minima percezione che qualcosa stava cambiando nella vita della sua adorata Lucia! Non si rendeva conto che con il suo atteggiamento spavaldo non faceva altro che aggravare la situazione…..

Era andato incontro a Lucia vicino casa, si erano abbracciati e il caloroso affetto di Max la faceva sentire protetta, avvolta dalle sue coccole; e in quei momenti Lucia  dimentica  tutti i dissidi accumulati negli anni e aveva la sensazione di stare con quel ragazzo che aveva conosciuto all’inizio della loro love story.

Desiderava tanto che ritornasse quel ragazzo di prima ma purtroppo la realtà era diversa e Max non ne voleva saperne  di cambiare strada.

In un momento di coinvolgente amplesso amoroso Max essendo un tipo istintivo si fa coraggio e le chiede E 50. E come se d’incanto ritorna ad essere la persona perversa ed egoista che è ,Lucia comprende che tutto il suo amore e le sue promesse non sono più sincere;

Come al solito tira fuori dalla sua borsa il borsellino e gli porge le 50 euro……..Max si mostra comprensivo con un forte abbraccio e un bacio intenso: e poi si dilegua lasciando ancora una volta Lucia da sola.

Come altre volte Lucia era stata scaricata e non le rimane che ritornare a casa, prima aveva un atteggiamento accomodante,Max era il suo grande amore e non riusciva mai a dire di no ad ogni sua richiesta di soldi ma ora era diverso……………..qualcosa era cambiato.

Ora sente il vuoto dentro di sé, la luce nel suo cuore si è man mano affievolita fino a spegnersi del tutto.

Arrivata nella camera da letto non riesce a trattenere le lacrime e ha la necessità di liberare e dar sfogo a tutta l’amarezza e a tutta la paura di sentirsi abbandonata.

Pensa che sarebbe stato meglio andare a trovare la Sig.ra Clara, forse lì avrebbe incontrato Antonio e quasi sicuramente la serata sarebbe stata più tranquilla…..e che gioia incontrare suo figlio, gli avrebbe sicuramente parlato con entusiasmo degli stages di musica ai quali avrebbe sicuramente partecipato, poi  si era addormentata con il pensiero di quanto sarebbe stata felice con Antonio.

 

IL GIORNO PRIMA DELLA PARTENZA

 

Per Antonio era venuto il momento di far ritorno a Parigi e riprenderela sua attività concertistica.

Desidera in cuor suo rimanere a Roma per due motivi: sia per la preoccupazione che sua madre rimanga da sola e sia per  la rassegnazione a dover lasciare la sua Lucia.

La madre era sicuramente contenta che suo figlio riprenda il lavoro invece Lucia sperava che continuava a trattenersi a Roma.

Potrebbe incontrare Lucia per l’ultima volta prima di salutarsi.

Però Antonio era interessato a passare l’ultima sera al Gambero Rosso; aveva ricevuto un invito dal suo amico Sergio a un suo concerto.Stava facendo in questi giorni una serie di concerti in diversi locali di Roma.

Era sollecitato a incontrarlo prima della sua partenza.

Dopo il lavoro Lucia era venuta a trovare la Sig.ra Clara e aveva incontrato inaspettatamente lì Antonio e le aveva parlato della sua imminente partenza.

Antonio era rimasto folgorizzato un’altra volta dalla bellezza dei suoi occhi e  della  semplicità del suo comportamento.

Le chiede Lucia cosa fa stasera? e lo invita a passare la serata al Centro Culturale anche per incontrare Antonio.

Le fa sapere Antonio che è impegnato stasera e deve andare ad ascoltare un concerto di musica popolare del suo amico Sergio che lo ha invitato…….

 

“Stasera vado al Gambero Rosso a Trastevere”

Non conoscendo il locale Lucia aggiunge

“Che cosa c’è di tanto interessante a Trastevere, in  questo locale il Gambero Rosso” “Non lo conosco”

E Antonio le spiega meglio:” C’è il mio amico Sergio, un vecchio amico degli anni del conservatorio che suona con il suo gruppo “TRADIZIONI POPOLARI” LO CONOSCI?”

“NO, non sono molto informata di gruppi di musica popolare”

Risponde sentendosi insicura e pensando tra sé “Che gioia! Quanto ci vorrei andare! Proprio adesso che la musica popolare mi incomincia a piacere”

Accorgendosi che era interessata le propone l’invito:

“Il concerto è pure per te. L’invito è per due persone”

Gli si porge vicino e gli dà un bacio sulla guancia e accetta volentieri la proposta di passare una serata lontano dal Centro Culturale e dal suo insopportabile compagno.

 

 

AL GAMBERO ROSSO

Lucia e Antonio riescono a raggiungere il locale “ Gambero Rosso”, luogo di incontro per romani e turisti appassionati delle antiche  tradizioni romane sia musicali, teatrali che culinarie.

Il Gambero Rosso è uno dei tanti locali sorti negli ultimi anni che fanno rivivere questo splendore delle tradizioni romane.

Prima del concerto viene offerto un ricco buffet allo scopo di favorire la socializzazione tra gli ospiti.

Si crea così un’atmosfera interessante e coinvolgente.

I musicisti e gli attori che si esibiscono in pubblico condividono con piacere con gli ospiti la cena scambiandosi le proprie  esperienze e le proprie opinioni.

Stasera è in programma il gruppo “Tradizioni popolari” del cantante e chitarrista Sergio.

In sala Sergio si accorge della presenza di Antonio e lo abbraccia calorosamente rivolgendosi con queste parole:

“Il mio cuore è con te, ti sono vicino in questo momento difficile” esprimendogli le condoglianze per l’improvvisa perdita di suo padre.

Antonio lo ringrazia e gli dice:  ”E’ l’ultima sera che sto a Roma , sono venuto per vederti suonare…. Mi fa piacere vederti  in concerto con il tuo gruppo”

Sergio gli conferma il programma dicendogli :

“Sarà un concerto di musiche popolari molte canzoni sono romane e napoletane….. sarà una serata all’insegna della gioia… ma prima del concerto presentami questa tua meravigliosa amica”

“Oh si! Lucia”

“Ma dove l’hai conosciuta? Sembrate due persone innamorate.“

Abita nella zona del Castello vicino mia madre..ci siamo conosciuti in questi giorni e siamo diventatiamici….”

“Piacere Sergio”

“Piacere Lucia”

“ Ti piace la musica, stasera c’è musica popolare tradizionale….spero che sia una serata divertente per te e Antonio.”

“ Adesso, affrettatevi di prendere qualcosa al buffet prima del concerto; io vado a prepararmi”

“Ok; Sergio, sei un grande” lo saluta Antonio

“Grazie di essere venuto”

Sergio, diventato un punto di riferimento della musica popolare, conosce Antonio dai tempi del conservatorio, erano amici e spesso si erano esibiti insieme in pubblico ma poi ognuno aveva preso la sua strada mantenendo buoni contatti.

Mentre si stavano rifocillandosi al buffet insieme agli altri fa irruzione nella sala Max con il suo gruppo di amici scalmanati: sono coatti e hanno un comportamento talmente sguaiato e chiassoso che creano disturbo e confusione nell’ambiente.

Sono irruenti e trasandatinon adatti a frequentare ambienti raffinati.

Max riconosce nel gruppo la presenza di Lucia insieme al suo amico Antonio e spinto da un raptus di rabbia si scaglia contro il suo rivale accompagnatore.

Lo aggredisce verbalmente:

“Ma chi sei tu…..di uscire con la mia donna…..ti spacco il muso ,se non stai attento”

Rimasto pietrificato Antonio subisce l’inaspettata violenza di Max.

Lucia lo guarda amareggiata mentre Antonio riceve un pugno sul viso.

Antonio cade riverso per terra e gli altri fanno quadrato intorno a lui sollecitando l’intruso ad allontanarsi.

Lucia vergognatasi e disgustatasi della scena preferisce farsi trascinare dal suo ormai ex compagno a casa per evitare di peggiorare la situazione e sperando che l’atmosfera ritorni tranquilla per il concerto.

Percepisce di essere stata e uno strumento in mano a quest’uomo così malvagio che aveva molto amato nel passato  ma ora prova solo vergogna e ribrezzo.Accompagnata da Maxe  dal suo gruppo di amici fa ritorno a casa.

Nella sua camera da letto sfoga tutta la sua rabbia in pianto facendo attenzione a non creare troppo rumore per non disturbare i suoi genitori.

Pensa quanto sia stato cattivo e insensibile nei suoi confronti a differenza del suo atteggiamento premuroso e disponibile.

Si era convinta che la sua storia era finita, non era più tollerabile sopportare l’arroganza di una persona che rifiutava  di mettere la testa a posto. Non poteva distruggere la propria esistenza a causa di un uomo testardo e ignorante. Doveva cambiare per non rovinarsi la propria esistenza.

Lei lo aveva sempre perdonato perché ne era innamorata si era creato l’illusione che sarebbe ritornato quel ragazzo che aveva conosciuto quando era adolescente.

Nel marasma di questi pensieri si addormenta.

Alla mattina svegliatasi si sente libera e contenta come se fosse uscita da un oscuro labirinto.

Adesso ha il coraggio di prendere una decisione importante:

lasciarlo per sempre e non volerlo più vedere.

Preparato tutto in fretta valigie e documentazione per la partenza si era ritrovata nel terminal dell’aeroporto di Fiumicino.

Aveva lasciato dietro di sé tutto il suo mondo.

ALL’AEROPORTO

 

Antonio aveva preparate le valigie, salutati gli amici conosciuti al castello:

e in particolare Andrea  e lo saluta dicendogli :“Ciao .. piacere di averti conosciuto…. Sei veramente una persona in gamba”

“ Anche tu…. è stato un piacere conoscerti….arrivederci e a presto.”

“Ci sentiamo per Settembre per organizzare i corsi di musica”.

Abbracciandosi si salutano e si lasciano.

La madre contenta e orgogliosa di suo figlio  lo ringrazia di cuore di essere venuta,  lo sollecita a riprendere il suo lavoro. Lo saluta con parole dolci: “Buon viaggio e fatti sentire e continua a lavora sei bravo con la musica….”

La madre è gioiosa della partenza di suo figlio perché è contenta del suo successo come musicista.

Lo saluta e gli augura con tutto il cuore buon viaggio e lo sollecita a continuare nella sua strada con passione e entusiasmo. Clara era stata sempre una persona di buon cuore e questa era stata la sua principale qualità.

Antonio ora ha fretta di precipitarsi all’aeroporto per non fare ritardo e gli dispiace di non poter salutare la sua amata Lucia. Aveva condiviso con lei dei momenti splendidi e la gioia dell’innamoramento ora non gli rimane altro che rimettersi al destino….. e accettare il corso degli eventi.

Non ha nessuna altra scelta che quella di proseguire per la sua strada…..partire.

Arrivato Antonio al Terminal di Fiumicino   deve passare il check in per  salire sull’aereo, ma in sala c’è una folla di passeggeri in attesa come lui  è ansioso preoccupandosi di non essere in tempo.

C’è un’atmosfera agitata tra i passeggeri stanchi di fare lunghe file.

E’ riuscito a superare lo shock subito ieri sera e mentre pensa alle straordinarie persone incontrate al Gambero Rosso e al divertente concerto, scorge di spalla una figura a lui familiare con un giubotto in pelle e chioma bionda.

Non riesce a capire chi fosse o con chi abbia la somiglianza.

Improvvisamente comprende che quella persona potrebbe essere Lucia…..ma no  non può essere  poteva essere solo una sua somiglianza.

Spinto dalla curiosità si avvicina e non sa trattenere nella foga un grido di elettrizzante gioia” Lucia sei qui…………”

Voltandosi Lucia riconosce il timbro della sua voce e gli va incontro abbracciandolo…………………..

Dopo un intenso bacio in mezzo alla gente gli sussurra “vengo con te e sarò tua per sempre”.

Pubblicato in News