libro

Come organizzare la promozione del tuo libro

Mi ricordo una frase sentita tanti anni fa alla televisione, la diceva una giovane scrittrice, Pulsatilla, famosa in quel momento per aver scritto un romanzo di successo, La ballata delle prugne secche,  e recitava più o meno così:

” Quando il libro é scritto e consegnato all’editore non è più affar mio. Che se lo godano gli scaffali delle librerie e i lettori che lo leggeranno”

Questa frase mi colpì molto, soprattutto perché detta da una giovane scrittrice (tra l’altro mia coetanea) all’epoca esordiente e non da un qualche barone della letteratura.

“Come si puoi star tranquilla sapendo che la tua opera giace sola su una qualche bancarella o su un qualche scaffale?”

Sarà la mia natura di donna maniaca del controllo e madre tentacolare ma la mi risposta è questa. E aggiungo:

“Come puoi essere sicura che il tuo libro è arrivato sano e salvo sullo scaffale della libreria e non è rimasto in magazzino, legato ai suoi fratellini gemelli a mezzo fascetta?”

Queste domande non mi fanno dormire. Per questo negli anni ho affinato un piano per controllare/incentivare la promozione dei miei romanzi. Ecco la lista di cose da fare:

  1. Non scavalcare l’ufficio stampa dell’editore ma consultarlo per ogni proposta in fatto di marketing del libro
  2. Verificare di persona la presenza nelle librerie (se il contratto editoriale prevede la distribuzione. Se non la prevede dovete farvi la domanda “perché avete pubblicato con un editore a cui non interessa vendere?”)
  3. Aprire una pagina Facebook, Twitter, Instagram del libro
  4. Mandare all’ufficio stampa una lista di posti che gradirebbero ospitare una presentazione del libro
  5. mandare all’ufficio stampa una lista di giornalisti disponibili a farvi una recensione (giornalisti che avete avvisato)

La lista è breve e vale solo nell’eventualità che abbiate pubblicato per una casa editrice, per promuovere un libro in self-publishing il lavoro è almeno il doppio. Ma non è certo impossibile.

Buona scrittura.